TANNHAUSER

Posts Tagged ‘beccogiallo

Nuvolette sulle nuvole e altre meraviglie

leave a comment »

Davvero un periodo di novità interessanti sul fronte del fumetto in digitale. Da twitter vengo a sapere che la Panini Comics sta per varare una nuova piattaforma che annuncia così:  «In un momento di forte crescita per l’eBook e la lettura digitale in Italia, Panini Comics si affaccia sul mercato della distribuzione del fumetto in formato digitale, allo scopo di allargare la penetrazione del proprio marchio e dei propri titoli anche ai nativi digitali e a coloro che si affidano alla rete e ai propri device per consumare lettura e intrattenimento. Il 25 gennaio 2012 nascerà il negozio di digital comics Panini Digits. Il fumetto digitale “Made in Panini Comics” diventa finalmente realtà». Il tutto per ipad, iphone, ipod tooch, mac e pc. Sembra di capire che i vari acquisti fatti rimarranno a disposizione sulla nuvoletta così da essere letti da qualsiasi device. Più o meno lo stesso servizio che già adesso fa Amazon con il suo Whispersync. Il libro è definitivamente smaterializzato e resta nell’aria, a disposizione in ogni momento. Un po’ come nei videogiochi in cui in ogni momento con un tasto puoi fare l’inventario degli oggetti che compaiono attorno al personaggio. Tornando a Panini Comics, il tutto dovrebbe partire con titoli storici che chiamano in causa anche Stan Lee per poi attivare qualche novità interessante per il fumetto creato per il digitale. A questo proposito BeccoGiallo, che ha digitalizzato alcuni titoli a disposizione su BookRepublic a 2,50 euro l’uno, ha riassunto qui una discussione nata sempre su twitter sulle caratteristiche che dovrebbe avere un fumetto nato per il digitale. Io ho suggerito di fluidificare la tavola per un motivo fondamentale: i device non hanno tutti la stessa superficie di lettura. Non è pensabile una tavola che vada bene per un palmare e per un monitor panoramico. Concludo con una segnalazione dal mondo cartaceo. È uscito per Einaudi Stile Libero il libro a fumetti Un fatto umano (di Manfredi Giffone, Fabrizio Longo e Alessandro Parodi), che citando una frase di Giovanni Falcone («La mafia non è invincibile, è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha avuto un inizio e avrà anche una fine») racconta la storia del pool antimafia. Ne parla qui Massimo Maugeri sul suo blog Letteratitudine. È un lavoro importante. Per molti aspetti. Qui mi limito a sottolineare l’efficacia con la quale la narrazione grafica si sta offrendo come veicolo per l’inchiesta giornalistica e storica. Che sia questa la formula magica che il fumetto italiano non aveva ancora trovato?

Written by Riccardo

11 gennaio 2012 at 10:35

Leggiamoci un fumetto

leave a comment »

Nel frattempo ho scambiato quattro chiacchiere con Daniele Marotta, impegnato nella promozione di Superzelda, la graphic novel che racconta la vita di Zelda Fitzgerald realizzata insieme a Tiziana Lo Porto, che è l’autrice dei testi, per Minimum Fax. Ne è nata questa intervista. Ma a parte il caso specifico, ogni volta che si parla di fumetti il discorso non può esimersi dall’affrontare lo stato delle cose di una forma narrativa ancora considerata minore. C’è sicuramente dalle nostre parti una pregiudiziale immatura, che confina il fumetto in uno spazio secondario. Però è anche vero che questo tic culturale deriva forse dal fatto che il nostro fumetto non ha imparato fino in fondo a essere popolare e d’autore insieme come è riuscito a essere altrove, sia in terra francofona che anglofona, per dire. Da una parte sono rimasti i mostri sacri, dall’altra il fumetto da edicola. Entrambi con innumerevoli pregi e con una storia gloriosa alle spalle, ma forse incapaci, oggi, di rivolgersi a lettori nuovi, diversi dai propri, e sviluppare un contesto in grado di raggiungere un pubblico più vasto. Uno dei tentativi più significativi in questo senso credo sia stato quello dell’editore BeccoGiallo, e a questo proposito ricordo questa iniziativa in combutta con L’Unità e BookRepublic: una collana di fumetti in versione ebook a 2,50 euro che è davvero un’occasione per avvicinarsi a questo tipo di narrazione e al fumetto d’inchiesta in particolare.

Written by Riccardo

5 gennaio 2012 at 15:29

Pubblicato su Appunti in ordine sparso

Taggato con , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: